Sbiancamento denti con il walkingbleach


Lo sbiancamento dei denti è, ormai, una pratica largamente diffusa in tutto il mondo.

Migliaia di persone ogni anno decidono di sottoporsi a tale trattamento estetico per avere denti più bianchi e migliorare così il proprio aspetto. La ragione del grande successo è da ricercarsi nei modelli proposti dall’odierna società mediatica, sempre attenta alla cura di ogni dettaglio del proprio corpo. Un sorriso smagliante e luminoso è considerato un perfetto biglietto da visita, in grado di donare all’aspetto quella marcia in più che tutti cercano.

La richiesta arriva da un vasto pubblico, che varia per genere e fascia d’età.

Tutti vogliono poter beneficiare delle nuove tecniche di settore, per ottenere un risultato ottimale e ritenersi finalmente soddisfatti.


Le cause dell’ingiallimento


Il problema dell’ingiallimento dentale è un fastidio che affligge una grossa fetta della popolazione.

Prima di ricorrere a costosi trattamenti di sbiancamento è bene conoscere quali sono le cause alla base del problema, così da poter modificare le proprie abitudini per tentare di porvi rimedio o, più semplicemente, per garantire al trattamento appena effettuato una maggiore durata.

Una delle prime fonti di ingiallimento è la cattiva igiene orale, causa della presenza di placca e tartaro. A questa si uniscono il consumo di caffè, alcolici e tabacco, considerati i principali nemici del bianco.

Tali alimenti o sostanze presentano dei pigmenti dalla forte colorazione, che riescono a fissarsi sulla superficie dello smalto, provocando quell’indesiderato effetto macchia, difficile da eliminare.

È bene tener presente che il colore dei denti può dipendere anche da un fattore genetico, che implica un diverso approccio al trattamento, da studiare con il proprio dentista di fiducia.


Il trattamento


Tra le varie tecniche di sbiancamento presenti oggi sul mercato, il walkingbleach è risultato uno dei metodi maggiormente utilizzati negli ultimi tempi. Il motivo di tale ascesa risiede, soprattutto, nella garanzia di durata dell’effetto, che si conserva per periodi di tutto rispetto.

Il dentista che esegue questo tipo di trattamento, si serve di apposite mascherine, realizzate su misura per ciascun paziente. Prima di essere applicate, all’interno di queste viene inserito il gel responsabile dello sbiancamento, del tutto biocompatibile.

Il paziente che si sottopone al walkingbleach deve attendere tutta la notte, prima di vedere il risultato finale. Infatti, le mascherine in questione dovranno essere indossate fino al giorno successivo perché possano aversi dei risultati soddisfacenti.

Occorre ricordare che la durata dell’effetto finale dipenderà dall’osservanza di alcune buone abitudini alimentari e di pulizia.

Se anche tu desideri uno sbiancamento dei denti affidati allo studio dentistico del Dottor Paolo Redolfi. Collegati alla pagina Contatti per informazioni e appuntamenti.